Sinossi

C’erano due malati, un ossessionato, due orgogliosi. C’erano un cane randagio, tre ragazze non sorridenti, una bambola malconcia, un bambino che diceva sempre la verità, ed un amante cieco.

“Fratture” è la storia di dieci vite come tante. Di chi sbaglia e vuole rimediare, e di chi invece non è disposto a tornare sui propri passi. È la storia dell’inevitabile, e di chi inevitabilmente ne subisce le conseguenze. È la storia di un viaggio senza ritorno. Di scelte giuste, e sbagliate. Di occasioni perse, o non volute.

È la storia che potrebbe coinvolgere, da vicino, ciascuno di noi. Perché la vita spesso ci pone davanti a delle interruzioni di percorso. Ed ognuno, di fronte ad una rottura, reagisce a modo suo.

C’erano dieci vite spezzate, alla ricerca di un collante per rimettere insieme i cocci.

Biografia

Valeria Sgarbi (1992) si laurea a Modena nel 2016 in Farmacia. Innamorata della scienza, ma di carattere profondamente creativo, intraprende in parallelo agli studi universitari un percorso che la fa ben presto interfacciare con il mondo del Teatro.

Attrice per vocazione, e lettrice incallita, fin da bambina si è sempre dilettata nella scrittura di brevi testi, sognando un giorno di vedere un proprio scritto stampato su carta.

“Fratture” è il primo libro che pubblica. Attualmente sta frequentando la Scuola di Specializzazione in Farmacia Ospedaliera, a Modena, per realizzare il suo secondo grande sogno: lavorare in ospedale in qualità di Farmacista Ospedaliero.

  • 15 ottobre 2020 | ore 19.00 | Teatro Nero, Modena, Via Bolzano 31
  • Ingresso Libero

Di: Valeria Sgarbi

In scena: Banella Barbara, Cipolli Giulia, Colavito Cecilia, Colavito Laura, Ferretti Susanna, Manfroni Mattia, Molinaro Salvatore, Petrolli Massimiliano, Pifferi Marco, Rizzolo Giovanna, Sgarbi Valeria